• Giadix511

Dalla pasta ai Croissant è un attimo...

Si eccola eccola, l’ispirazione dico. Però prima mi devo togliermi il pensiero dei muffin alla nutella con impasto alla panna che sto continuando a guardare nella bacheca di Facebook. Poi nell’immagine si vede proprio sto cavolo di muffin a metà che sbrodola nutella. No va bè credo che l’unica soluzione sia il barattolo della nutella tarocca che ho in cucina con cucchiaino annesso poi ciao a tutti XD.

Però in fondo in fondo io sono mooooolto brava quindi valuterò l’opzione di uscire da Facebook e continuare a scrivere ripensando a qualcosa di più light ma decisamente buono, super super appagante e decisamente soddisfacente. Sto parlando dei nostri Croissant, li scrivo con la lettera maiuscola perché se la sono meritata XD.

Questi poveri Croissant hanno avuto un precedente molto turbolento perché in realtà sarebbero dovuti essere dei maccheroni, ebbene sì dei maccheroni fatti con acqua e farina, la tipica pasta della Coop insomma. Invece c’è stato qualche piccolo inconveniente, ma giusto piccolo piccolo perché mentre eravamo lì che bramavamo l’uscita di questi maccheroncini abbiamo iniziato a sentire puzza di plastica bruciata. NO BUONO.

Tutto è iniziato quando ho deciso di capire cosa fosse quell’aggeggio grande, quadrato e bianco dentro al mobile. Chiedo a Clod, mio papà, e ho scoperto di avere una macchina da fare la pasta. A dir poco tanta roba. Cosa c’è di più bello di questa scoperta e iniziare a navigare immaginandoti di paciugare giorno e notte, visto che siamo bloccati a casa, facendo pasta a go go di qualsiasi forma e dimensione assieme a Clod???!!! Il gioco era fatto e già mi vedevo come mia nonna a impastare la sfoglia immersa da tagliatelle, spaghetti, maccheroni, farfalle insomma il mondo.

Ma ovviamente nulla è andato come avevamo immaginato XD e in zero due mi è subito balzata in mente la pazzia di passare dalla pasta ai Croissant. Ovviamente Clod non si è minimamente tirato indietro quindi siamo andati avanti spediti e a tutto gas. All’inizio non ci credevamo molto anche perché l’impasto era già stato paciugato ma, tra una risata e un’altra, siamo riusciti nell’impresa. Abbiamo letto e riletto il procedimento un miliardo di volte così come il video e la mattina del terzo giorno siamo riusciti a fare colazione con i Croissant. Prima di mangiarlo sono rimasta a fissarlo per una decina di minuti, chiedendomi e chiedendogli se potevo mangiarlo e sinceramente mi sento ancora in colpa per averlo fatto. XD

Quindi, per non sentirmi più così, domani mattina colazione con il Croissant. XD


Tutta sta pappardella, che non è la pasta XD, per dire che le cose non sempre, quasi mai anzi, vanno come vorremmo. E quindi che facciamo? Lasciamo perdere come farebbe la vecchia Giadix? Ma anche no, basta fermarsi e pensare, che la soluzione arriva. Magari con un risultato migliore rispetto a quello iniziale.

Psyché studio di Dott.ssa Marylou Baccilieri   Via Zaccaria Zacchi N.5, 40129 Bologna   3318648847   info@psychestudio.it   C.F.BCCMYL78H61A944G P.IVA02930701202