Terapie Immaginative

Visualizzazioni guidate - Training Autogeno

L'immaginazione può facilitare l'accesso delle persone alle loro conoscenze inconsapevoli e talvolta proprio la conoscenza delle emozioni, radicate profondamente nel corpo e nelle strutture del sistema nervoso, è più facilmente traducibile in immagini piuttosto che in parole.
La fantasia guidata permette l’accesso a livelli molto profondi della vita emotiva, ma permette anche l’esplorazione del movimento e dell’azione. Nell’immaginazione l’attivazione del sistema sensoriale è reale, come accade per esempio se rievochiamo episodi traumatici, possiamo essere fiduciosi che ciò che accade nel sistema delle immagini ha una sua realtà piena.
I metodi immaginativi permettono di offrire al paziente una modalità di ricostruzione delle proprie emozioni meno diretta di quella linguistica che viene più facilmente controllata dai processi inibitori della coscienza. Le immagini sono spesso cariche di valenze emotive che il paziente non riesce immediatamente a decodificare ed esprimere in parole, ma che percepisce direttamente in termini di sensazioni.
La presa di coscienza delle proprie conoscenze emozionali si attua, in questo modo, prima attraverso un "sentirle" e un riviverle direttamente (e spesso intensamente), nel qui e ora del setting, e solo successivamente attraverso il tentativo di traduzione e di espressione verbale delle proprie sensazioni.

Le terapie immaginative

"L'immagine mentale è una particolare forma di pensiero, che può essere di tipo imitativo-riproduttivo (quando rievoca figure mnestiche) o di tipo costruttivo-creativo (quando produce immagini mai appartenute all'esperienza diretta). L'acquisizione forse più significativa ai fini delle tecniche immaginative sta nell'aver appurato che la mente umana è dipendente in larga misura dai processi immaginativi e molto meno da quelli verbali (Peresson, 1983, p.20). E' a quest'intuizione originaria, divenuta poi convincimento e infine acquisizione scientifica, che rimanda per intero lo sviluppo delle terapie immaginative.

[...]Viene evidenziandosi anche un sinergismo bilaterale fra immagini mentali e stati distensivi: se molti autori inducevano uno stato di rilassamento per facilitare l'immaginazione, altri si accorsero che immaginare determinati scenari facilita la distensione."

Claudio

Widmann

 

Johannes H. Schultz

Il training autogeno: ciclo inferiore e ciclo superiore

Concetto basilare in Schultz è quello di organismo come "totalità unitaria" (Ganzheit). L'organismo non viene composto da cellule, bensì è l'oganismo che si compone da sé con le cellule (Schultz, 2001, p.77).

L'attività di un organismo si impronta a principi e a norme assai coerenti: esistono principi interni alla vita stessa che regolano la sua esistenza. Schultz ha chiamato "bionomici" (da bios, vita e nomos, norma) i principi ce presiedono allo sviluppo vitale.

La psicoterapia di Schultz è autogena in quanto si fonda su funzioni dell'organismo che si sviluppano da sole, per adesione spontanea ai principi bionomici.

La psicoterapia bionomica è una psicoterapia di individuazione in quanto aderisce allo sviluppo del piano individuale.

Tutte le tecniche immaginative autogene rimandano a tale quadro teorico e presuppongono che il soggetto abbia appreso il training autogeno (TA); questo procedimento si articola in due momenti distintivi, detti ciclo inferiore e ciclo superiore.

Il ciclo inferiore è una tecnica di rilassamento che, per esercizi progressivi, porta il soggetto a realizzare in sé vissuti somatici tipici del rilassamento. Essa si caratterizza per il fatto che il terapeuta si limita a descrivere il procedimento, a illustrare quali meccanismi si intendono attivare, a insegnare come si pratica, ma poi il paziente la realizza del tutto per conto proprio. A sottolineare questo fatto, dopo aver illustrato la procedura da seguire, il terapeuta lascia solo il paziente mentre questi realizza concretamente gli esercizi previsti. Inoltre, il training autogeno viene effettuato dalla persona anche a casa (training, allenamento).

Questo modo di procedere intende essere coerente con il principio di autogenicità: non è il terapeuta che detta all'organismo delle linee di condotta, ma è l'organismo stesso che si rimette in sintonia con i suoi principi interni, bionomici. Il terapeuta intende solo riconsegnare il soggetto all'autogenicità delle sue funzioni, all'organizzazione autogena del sistema-organismo.

Il training autogeno superiore prevede che si effettui almeno tre volte a settimana l'esercizio che è stato appreso nello studio del terapeuta. Il materiale immaginativo degli esercizi fatti a casa viene raccolto, annotato sul protocollo e portato nella seduta successiva per l'elaborazione.

Le visualizzazioni guidate

La visualizzazione guidata utilizza selettivamente simboli diversi, a seconda del loro contenuto e della loro funzione psicodinamica. E' stato individuato un parallelo fra le visualizzazioni guidate e le fiabe, ravvisando nella modalità di narrazione di queste ultime interessanti criteri che vengono riproposti nelle visualizzazioni guidate (Caldironi, Widmann, 1980, pp.82 ss.).

Da queste considerazioni discendono alcuni parametri operativi che caratterizzano le visualizzazioni guidate:

- al paziente viene offerta una narrazione in un clima distensivo e regressivo, con modalità che facilitino la sua partecipazione emotiva alla vicenda immaginaria e la sua identificazione con il simbolo descritto;

- gli stati d'animo devono emergere sempre molto distintamente e a tal fine vengono suggestivamente stimolati dal terapeuta;

- la concatenazione dei simboli è tale da procedere dagli aspetti inferiori verso quelli superiori;

- la vicenda narrativa è costruita in modo da portare verso uno stato di equilibrio finale.

Bruno

Caldironi

 

Psyché studio

via Zaccaria Zacchi n.5

Bologna 40129

di Dott.ssa Marylou Baccilieri

3318648847 - info@maryloubaccilieri.it

  • LinkedIn Icona sociale
  • Facebook Icona sociale
  • Instagram

Psyché studio di Dott.ssa Marylou Baccilieri - Ordine Psicologi ER n.Albo 5487 sez.A - C.F. BCCMYL78H61A944G - P.IVA 02930701202